Taranto: Festa dell’Arma. Il Colonnello INTERMITE ha ringraziato i Carabinieri di Taranto per la loro dedizione ed i risultati conseguiti

Nell’odierna mattinata, nella caserma “Ugo DE CAROLIS” di Viale Virgilio, sede del  Comando Provinciale dei Carabinieri di Taranto, si è svolta la cerimonia del 204° annuale di fondazione dell’Arma.

La manifestazione ha avuto inizio alle 10,00, articolandosi in una fase militare, durante la quale sono stati schierati una Compagnia del Comando Provinciale, fra cui militari in Grande Uniforme, comandanti di Stazione, Carabinieri in servizio presso la Marina Militare, Specialisti del Reparto Operativo (artificieri ed addetti al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti), Carabinieri di Quartiere della Compagnia di Taranto, militari in uniforme di O.P. della Compagnia Carabinieri di Manduria, una rappresentanza di Carabinieri del Gruppo Forestale di Taranto e del Reparto per la Biodiversità di Marina Franca, del N.A.S. e del Nucleo Ispettorato Lavoro di Taranto, oltre ad una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri e delle altre Associazioni Combattentistiche e d’Arma con rispettivi Labari e la Bandiera del Comando Marittimo Sud  con fanfara presidiaria della Marina Militare.

Il Comandante Provinciale, Colonnello Andrea INTERMITE, dopo un doveroso saluto alla Autorità intervenute, ha evidenziato che un altro anno caratterizzato dalla piena volontà di coesione tra le Istituzioni, ha consentito al Comando Provinciale jonico – forte di 29 Stazioni inquadrate in 5 Compagnie, che punteggiano in modo capillare l’intera provincia – di affrontare in armonia le insidie e le difficoltà di uno splendido ma al tempo stesso complesso territorio, a piena garanzia dei cittadini della provincia jonica. L’Ufficiale ha sottolineato che nella stessa operano anche articolazioni di altri Reparti dell’Arma non Territoriale (Carabinieri Forestali, Nucleo Antisofisticazioni e Sanità e Nucleo Ispettorato del Lavoro) e gli assetti di Polizia Militare incardinati presso i Comandi della Marina e dell’Aeronautica, tutti impegnati in armonica sinergia tra loro e con le altre Forze di Polizia nel contrasto alle varie forme di criminalità (spesso di tipo organizzato) fra cui reati ambientali ed intermediazione illecita di manodopera, a protezione di un territorio, come quello jonico, caratterizzato da una vocazione non solo industriale, ma anche agricola e turistica.

Il Comandante Provinciale si è poi soffermato sull’importanza delle Stazioni Carabinieri, che non sono solo un ufficio pubblico ma, assai più spesso, un luogo dove le persone possono trovare consiglio ed essere ascoltate, un simbolo della presenza dello Stato, veri e propri presidi di legalità anche in luoghi “difficili”.

Facebook Comments
Redazione

Leave a reply