DAISY, NO RAZZISMO SOLO GOLIARDIA. UNO DEI TRE RAGAZZI SAREBBE FIGLIO DI UN CONSIGLIERE COMUNALE PD

Identificati dai Carabinieri di Moncalieri i tre ventenni italiani che avrebbero lanciato l’uovo contro l’altleta Daisy Osakue e contro altre tre persone italiane, tra cui un anziano nei giorni precedenti.

Escluso il movente dell’odio razziale

I ragazzi avrebbero agito per goliardia, smontando le polemiche riguardo l’odio razziale che ha invaso le pagine di giornale e alimentato l’ego di certa politica dall’opposizione piuttosto strumentale.

Uno dei tre ragazzi figlio di un consigliere comunale PD

Dalla pagina del Ministro dell’Interno Matteo Salvini si apprende che uno dei tre identificati sarebbe il figlio di un consigliere comunale PD.

“Grazie alle indagini dei Carabinieri, a cui vanno i miei complimenti, sono stati presi i cretini lanciatori di uova di Moncalieri, che erano mossi non da razzismo ma da semplice stupidità – scrive Salvini – Vi aggiungo un dettaglio che ancora non troverete in giro: pare che uno dei “lanciatori” sia il figlio di un consigliere comunale del PD!!! Avete capito bene!!!Scommettiamo che i tigí faranno fatica a dare la notizia?

Per fortuna c’è la rete, e per fortuna gli italiani non sono scemi”.

Facebook Comments
Elena Ricci
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com