Il Ministro Salvini vuole i taser per la Polfer. Paoloni (Sap): «strumento necessario per rendere gli interventi più sicuri»

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha annunciato di voler dotare di pistola taser anche gli operatori di Polizia in servizio sui treni, spesso teatro di violente aggressioni. La sperimentazione di questo strumento non letale, interesserà 12 città italiane e partirà domani.
«Condividiamo pienamente la decisione di estendere l’utilizzo della pistola taser anche sui treni – dichiara Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap) – la maggior parte delle aggressioni avviene proprio sui convogli all’atto del controllo del possesso del titolo di viaggio di cui in molti spesso, sono sprovvisti».
Per Paoloni il taser sui treni è un’ottima e valida alternativa allo spray al peperoncino: «lo spray al peperoncino che abbiamo in dotazione – spiega – non è idoneo ad essere utilizzato nei luoghi chiusi, come abitazioni o appunto treni. Dotare la polizia ferroviaria di uno strumento come il taser rappresenta una vera e propria svolta che farà sentire più sicuri i viaggiatori e anche i poliziotti durante l’intervento; il personale delle ferrovie addetto al controllo che, spesso, sui treni, si è ritrovato soggetti che davano in escandescenze. L’auspicio – conclude Paoloni – è che al termine di questa sperimentazione, se dovesse avere esito positivo, tutte le unità operative su strada, siano dotate di questo importantissimo strumento».

Facebook Comments
Redazione
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com