La Polfer di Udine combatte la Legionella

La rappresentanza SAP friulana e regionale è in agitazione dopo aver avuto
notizia di riscontrata presenza del virus della “legionella” nell’impianto idrico della Sezione di Polizia Ferroviaria di Udine, ove si appoggia anche personale di altri reparti per i servizi di scorta a bordo treno. Inutili sono state negli anni le richieste di una nuova sede di servizio; dell’attuale il SAP lamenta da sempre l’assoluta inidoneità dei locali, stretti, angusti, obsoleti, decisamente inadatti allo svolgimento della necessaria attività di un reparto
operativo sempre in prima linea come la Polfer. Il batterio nell’acqua dell’ufficio è solo la goccia che fa traboccare il vaso.
Al SAP appare molto strano peraltro che, su gli oltre 50 ceppi della legionella, quello riscontrato sia uno dei più pericolosi per la salute umana e che ne sia stata accertata la presenza solo nel posto di polizia e non nell’intero impianto idrico della stazione ferroviaria.
A maggior ragione, per la sicurezza di chi opera in quel reparto e per la
collettività, il SAP chiede e continuerà a chiedere l’immediato spostamento della Sezione Polfer in altra struttura, condizione indispensabile per poter continuare ad operare nell’ambito della stazione di Udine. Non si accetteranno più inutili palleggi di responsabilità su chi ha l’obbligo di provvedere a garantire adeguate condizioni di lavoro.

Facebook Comments
Redazione
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com